Il progetto

Che cosa vuol dire amministrare un comune? Perché uno si candida elezioni nel suo paese? Che cos’è una mozione? Cosa vuol dire chiudere un bilancio? Cosa comporta amministrare un comune? Per un giovane queste domande appaiono quasi senza risposta: è risaputo che la percentuale di giovani impegnati nella politica e nell’amministrazione locale è molto bassa. Proprio per questo motivo sono loro i principali interlocutori del progetto «Officina di cittadinanza. Giovani di oggi, protagonisti del domani» promosso dalla Rete «B*sogno d’esserci», per avvicinare i giovani di due particolari fasce d’età (14-19 anni e 20-35 anni) alla consapevolezza del loro ruolo di cittadini all’interno della vita dei loro comuni di residenza. Assieme ad altri giovani consiglieri, assessori e sindaci dei paesi della Rete e non, ai referenti delle scuole, agli operatori del sociale del Gemonese, guidati dai professionisti dell’associazione MEC Media Educazione Comunità, si è pensato di realizzare incontri con i ragazzi in cui gli amministratori portano la loro testimonianza personale sul perché abbiano deciso di mettersi a servizio nell’amministrazione locale, e su cosa per loro voglia dire far parte dell’amministrazione, in modo da coinvolgere i ragazzi e favorire lo sviluppo di un dialogo con loro su queste tematiche. Ma non solo, sono i ragazzi stessi protagonisti del cambiamento, prima approfondendo tematiche complesse e rilevanti come la riforma delle autonomie locali e il governo del territorio ed ancora lo spopolamento della montagna, poi presentando i propri lavori multimediali alla comunità.